mercoledì 31 luglio 2013

Carpaccio di manzo



Oggi vi presenterò una ricetta semplice, veloce, fresca e soprattutto dove non ci sia il bisogno di accendere forno e fornelli. Vediamo subito il procedimento.


Occorrente per 4 persone:

·                        400 gr di manzo tagliato sottile
·                        4/6 lime
·                        100 gr di rucola
·                        olio evo, sale, pepe q.b.
·                        pomodorini datterini q.b
·                        parmigiano reggiano q.b.


Preparazione :

Iniziamo subito prendendo i piatti da portata e spremiamo sul fondo di ognuno di essi un po' di succo di lime. Adagiamo sopra le fettine di manzo e spremiamo il succo rimanente anche sopra la carne. Adesso mettiamo del sale e del pepe macinato fresco, aggiungiamo un filo d'olio e un bel mazzetto di rucola. Completiamo il piatto tagliando a spicchi qualche pomodorino, con delle scaglie di parmigiano e un filo d'olio evo.

martedì 30 luglio 2013

Insalata di Farro con gamberi e zucchine all'aroma di curry giallo di Madras



Oggi miei cari appassionati di cucina voglio proporvi un piatto fresco e leggero. Facile da fare, bello da vedere e gustoso da mangiare. Prepariamo insieme un'insalata di farro con gamberi e zucchine tutto all'aroma di curry.


Occorrente per 4 persone:

·                        360 gr di farro a cottura rapida
·                        4 zucchine medie
·                        20 gamberi (mazzancolle)
·                        olio al curry di Madras q.b.
·                        1 scalogno
·                        1 tazzina da caffe di rum bianco
·                        Pepe di Sichuan q.b.
·                        sale q.b.



Preparazione :

Per prima cosa mettiamo una pentola capiente piena di acqua sul fuoco e portiamo ad ebolizione. Saliamo e versiamo il farro e lasciamolo cuocere per il tempo indicato, circa 10/12 minuti poi scoliamolo e lasciamolo raffreddare a temperatura ambiente.
Adesso togliamoci subito la parte forse più noiosa. Puliamo i gamberi. Togliamo loro il guscio ed incidiamoli sul dorso per tutta la lunghezza così da poter togliere il filetto scuro, poi tagliamoli a pezzetti medio piccoli e mettiamoli da parte. Nel frattempo prendiamo le zucchine tagliamo le due estremità e dividiamole a metà A questo punto ricaviamo delle strisce abbastanza sottili,tagliando la zucchina in obliquo. Mettiamo in una padella dell'olio al curry di madras (io metto in un biberon da 100 ml 3 cucchiai di curry giallo di madras e lo agito bene) e lo scalogno tritato finemente, appena questo prenderà colore aggiungiamo le zucchine e lasciamole cuocere per 4/5 minuti a fuoco vivace saltandole quando occorre. Aggiungiamo anche una tazzina da caffè di acqua calda e finiamo la cottura. Le zucchine non dovranno disfarsi ma dovranno restare croccanti. Quando saranno cotte mettiamole da parte e rimettiamo la stessa padella sul fuoco. Quando si sarà ben scaldata versiamo i pezzi di gamberi e facciamoli saltare circa 1 minuto poi sfumiamo e flambiamo con la tazzina di rum. Quando la parte alcolica sarà svanita togliamo dal fuoco. 
A questo punto mettiamo il farro in una grande boule, uniamo le zucchine, i gamberi e spolveriamo con sale e pepe di Sichuan.
Da servire a temperatura ambiente o meglio ancora freddo.

Con questa ricetta partecipo al contest cereali&Co in Insalata del blog KucinadiKiara



lunedì 29 luglio 2013

Risotto ai Carciofi



Cari amici oggi voglio presentarvi un buon risotto che mi riporta al periodo in cui vivevo in campagna. Adoro i carciofi e perciò ho deciso di mostrarvi questo risottino con crema di carciofi. Iniziamo a prepararlo insieme.


Occorrente per 4 persone:

·                        10 carciofi di media grandezza
·                        1 litro di brodo vegetale
·                        2 spicchi di aglio
·                        360 gr di riso vialone nano
·                        1 noce di burro per la mantecatura
·                        prezzemolo q.b.
·                        1/2 scalogno
·                        1 bicchiere di vino bianco secco
·                        Pepe di Sichuan q.b.
·                        Olio EVO e sale q.b.
·                        Grana grattugiato q.b.  


Preparazione :

Per prima cosa prendiamo i carciofi, tagliamo le punte e sfogliamoli oltre la metà fino a che non raggiungeremo le foglie più chiare e morbide. Adesso tagliamo anche il fondo e togliamo la parte centrale del carciofo dove ci sono tutti i pelucchi bianchi. Tagliamo in 4 o più pezzi ogni carciofo e mettiamoli da parte. Prendiamo una padella, versiamo un filo di olio, l'aglio tagliato finemente, il prezzemolo tritato e appena prenderà colore aggiungiamo i carciofi a pezzi. Lasciamoli saltare per qualche minuto poi aggiungiamo gradualmente il brodo vegetale che avremmo precedentemente scaldato. Aggiustiamo di sale e continuaimo a cuocere fino a che i carciofi inizieranno a disfarsi. Spegnaimo il fuoco e passiamo tutto al mixer, aggiungendo gradualmente un pò di brodo fino a che non otterremo un risultato cremoso.
Passiamo adesso a preparare il riso. In una casseruola o padella antiaderente mettiamo un filo di olio e lo scalogno tritato finemente. Appena questo prenderà colore aggiungiamo il riso e lasciamolo tostare per 5 minuti poi sfumiamo con il vino e gradualmente aggiungiamo il brodo vegetale scaldato in precedenza. Lasciamo cuocere per circa 10/12 minuti poi aggiungiamo la crema di carciofi ottenuta in precedenza c e continuaimo a cuocere fino a cottura del riso. Quando il risotto sarà pronto, aggiungiamo la noce di burro e del grana grattugiato per la mantecatura e lasciamolo riposare per almeno 5 minuti coperto. Serviamo con una grattugiata di formaggio grana, una macinata di pepe di Sichuan e a piacere una spolverata di prezzemolo fresco.

venerdì 26 luglio 2013

Vanilla ice cream "pizza"



Cosa c'è di meglio che pranzare con una bella "pizza gelato" con questo caldo afoso? Scopriamo subito come rinfrescarci con gusto.

Occorrente per 4 persone:

·                        500 ml di latte intero
·                        250 ml di panna liquida fresca
·                        6/8 tuorli d'uovo
·                        80 gr di zucchero bianco
·                        80 gr di zucchero di canna
·                        1 bacca di vaniglia
·                        1 cubetto di burro di cacao da cucina Venchi
·                        200 gr di fragole 
·                        200 gr di lamponi 
·                        200 gr di mirtilli  


Preparazione :

Per prima cosa mettiamo i tuorli d'uovo insieme allo zucchero in una boule e con l'aiuto delle fruste elettriche sbattiamo bene fino a quando quasi tutto lo zucchero si sarà amalgamato e il composto prenderà un colore più chiaro (lo zucchero di canna si scioglierà del tutto nel passaggio successivo). Adesso versiamo il latte e la panna in un pentolino, prendiamo il baccello di vaniglia, incidiamolo per tutta la sua lunghezza e con l'aiuto di un coltello estraiamo i semini e uniamoli alla panna ed il latte. Accendiamo il fuoco, aggiungiamo il cubetto di burro di cacao da cucina Venchi e mescoliamo bene. Portiamo quasi ad ebollizione, ad una temperatura intorno agli 80/90°C. Togliamo dal fuoco e uniamo a filo il composto caldo ai tuorli sbattuti con lo zucchero e mescoliamo continuamente. Quando tutto sarà ben amalgamato mettiamo nuovamente sul fuoco a fiamma bassa e giriamo costantemente fino a che non raggiungiamo quasi l'ebollizione e il composto comincerà ad addensarsi. Spegniamo il fuoco e lasciamolo raffreddare continuando a mescolare. Mettiamo quindi nella gelatiera e attendiamo il tempo necessario per far consolidare il gelato. Serviamo su un piatto piano e aggiungiamo la frutta fresca.

giovedì 25 luglio 2013

Filetto di ricciola in freschezza estiva



La Ricciola ormai non ha più segreti per me. Oggi voglio presentarvi un piatto molto colorato e profumato con un gusto deciso e leggermente piccante. Prepariamolo insieme.


Occorrente per 4 persone:

·                        4 filetti di ricciola
·                        60 ml di olio extra vergine di oliva
·                        30 ml di succo di limone Lemondor Polenghi
·                        2 cucchiaini di cumino in polvere
·                        2 cucchiaini di origano secco
·                        1 peperoncino fresco
·                        12 pomodorini datterini
·                        la scorza di un limone 
·                        2 cucchiaini di capperi dissalati 
·                        1 ciuffetto di prezzemolo fresco 
·                        sale e pepe di SIchuan q.b. 


Preparazione :

Per prima cosa tagliamo a metà i pomodorini, togliamo la polpa centrale e tagliamo a pezzetti piccoli la parte rimanente e mettiamola da parte. Prendiamo un contenitore, mettiamo sul fondo un filo di olio e adagiamo sopra i filetti di ricciola a cui avremo tolto la pelle. A questo punto versiamo il rimanenente olio, il succo di limone Lemondor Polenghi, il cumino, l'origano, 1/3 dei pomodorini tagliati, 1/2 peperoncino fresco tritato, 1/2 ciuffetto di prezzemolo tritato, una macinata di sale e di pepe di Sichuan. Chiudiamo il contenitore con il proprio coperchio e agitiamo energicamente senza esagerare altrimenti si rischia di rompere i filetti. Mettiamo in frigorifero a marinare per circa 30 minuti. Nel frattempo accendiamo il forno e portiamolo a 220°C funzione grill.
Quando la ricciola sarà marinata togliamola dal contenitore, mettiamola direttamente sulla griglia del forno e lasciamola cuocere per 20 minuti senza mai girarla. (mettiamo sul fondo del forno alcuni fogli di carta alluminio per evitare che il liquido che cadrà dalla ricciola in cottura sporchi la base del forno bruciandosi e producendo un cattivo odore e sapore). Mentre i filetti sono in cottura grattugiamo la scorza del limone e mettiamola da parte, tagliamo finemente l'altra metà del peperoncino e dissaliamo bene i capperi. Quando la ricciola sarà pronta, togliamola dal forno e mettiamola direttamente sul piatto di portata. Mettiamo sopra una piccola striscia di buccia di limone grattugiata, un pò di peperoncino tritato, i pomodorini a cubetti, il prezzemolo e per finire qualche cappero.

mercoledì 24 luglio 2013

Torta fredda allo Yogurt e frutti di bosco



Visto la stagione oltre al gelato c'è un altro dolce che adoro. Oggi voglio proporvi una buonissima Torta fredda allo Yogurt e frutti di bosco. Fresca, gustosa e divertente da decorare e sopratutto non dobbiamo nè accendere i fornelli nè il forno. Iniziamo insieme.

Occorrente per uno stampo da 24 cm:

·                        280 gr di biscotti Digestive
·                        170 gr di Burro
·                        1 cucchiaio di zucchero di canna
·                        600 gr di yogurt greco
·                        250 ml di panna fresca
·                        2 cucchiaio di latte intero
·                        12 gr di fogli di colla di pesce
·                        4 cucchiai di zucchero a velo
·                        1 confezione di fragole
·                        1/2 confezione di mirtilli neri
·                        1 confezione di lamponi freschi


Preparazione :

Per prima cosa prepariamo la base della nosra torta. Facciamo sciogliere il burro al microonde, tritiamo i biscotti con un mixer ed uniamo tutto dentro ad una boule insieme allo zucchero di canna. Amalgamiamo bene gli ingredienti e dopo aver foderato con carta forno lo stampo da 24 cm mettiamo il composto sul fondo e pressiamo bene con il dorso di un cucchiaio. Quando sarà ben livellato mettiamolo in congelatore mentre noi prepariamo la crema.
Prepariamo adesso la coulis di lamponi, tritandoli con un frullaore ad immersione e passandoli poi ad un colino a maglia finissima. Mettiamo in una boule lo yogurt, lo zucchero a velo, la coluis di lamponi e amalgamiamo bene il tutto.
Nel frattempo montiamo molto bene la panna ed uniamola al composto di yogurt con un movimento dal basso verso l'alto. Scaldiamo il latte a microonde e mettiamoci a bagno la colla di pesce, quando si sarà completamente sciolta incorporiamola delicatamente al compoosto di yogurt e panna. Togliamo la toritiera dal congelatore, riempiamola con la crema ottenuta, mettiamola in freezer per 20 minuti e successivamente spostiamola in firgorifero per 3 ore. Quando arriverà il momento di servire la torta, decoriamola con dei mirtilli freschi e delle fettine di fragola.

martedì 23 luglio 2013

Tartare di gamberi grigi con salsa sifonata al Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Cuvee di Boj Valdo



Oggi cari amici voglio presentarvi un piatto che io personalmente ritengo molto elegante sia visivamente che di gusto. Nelle pescherie più fornite tra i vari tipi di gamberi possiamo trovare I Gamberi Grigi dal gusto molto delicato. Ho deciso quindi di proporvi una tartare di questi gamberi accompagnata da una salsa sifonata al Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Cuvee di Boj Valdo Iniziamo insieme a prepararla

Occorrente per 4 persone:

·                        16 gamberi grigi
·                        300 ml di Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Cuvee di Boj Valdo
·                        1 rametto di menta fresca
·                        6 tuorli d'uovo
·                        150 gr di burro
·                        1 cucchiaino da caffè di succo di lime
·                        50 gr di scalogno
·                        2 capsule gas per sifone
·                        olio extra vergine di oliva q.b
·                        sale rosa dell'Himalaya q.b.

Preparazione :

Iniziamo a preparare la salsa. Tritiamo lo scalogno e mettiamolo in un pentolino con 100ml di Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Cuvee di Boj Valdo lasciamo quindi ridurre finché quasi tutto il liquido sarà evaporato. Mettiamo i tuorli, il burro, il succo di limone e la riduzione di prosecco e scalogno in un frullatore e frulliamo a lungo. Passiamo il composto in un colino a maglia fine e versiamo il risultato ottenuto in un sifone da 1/2 litro. Dopo averlo ben chiuso, inseriamo una carica di gas e lasciamolo riposare in frigorifero tra le 6 e le 12 ore. Al momento dell'utilizzo mettiamo il sifone in un bagno maria tiepido a 50/60°C per 3/4 minuti. (In alternativa al sifone mettiamo il composto in un pentolino e scaldiamolo a bagno maria montandolo successivamente con le fruste elettriche fino a che non risulterà molto spumoso).
Adesso prepariamo la tartare. Togliamo il guscio e le teste ad ogni gambero e incidendoli per tutta la lunghezza del dorso togliamo anche il piccolo filletto nero. Tagliamo i gamberi a coltello in pezzi non troppo piccoli. Mettiamoli dentro ad una boule, aggiungiamo un filo d'olio Evo, una macinata di sale rosso dell'Himalaya e copriamoli con il restante Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Cuvee di Boj Valdo. Infine aggiungiamo qualche foglia di menta spezzata a mano e lasciamo riposare coperto in frigorifero per 15/20 minuti. Trascorso il tempo, togliamo i gamberi dalla boule e tamponiamoli con della carta da cucina.
Adesso non ci restra che impiattare, prendiamo un coppapasta rotondo e su un lato del piatto formiamo la nostra tartare di gamberi grigi. Prendiamo il sifone, inseriamo un'altra carica di gas, agitiamo in modo deciso e delicatamente creiamo tre piccoli ciuffetti vicini alla taratare. Per finire decoriamo con una foglia di menta fresca e una fettina di lime.

lunedì 22 luglio 2013

Tris di polpette afrodisiache



Il cibo ha delle proprietà eccezionali tra cui quella di poter essere afrodisiaco. Oggi voglio proporvi una ricetta che vi permetterà di "scaldare" anche la serata più fredda.

Occorrente per 4 persone:

·                        150 gr di macinato di bovino
·                        150 gr di macinato di suino
·                        1 patata media
·                        1 uovo
·                        50 gr di parmigiano grattugiato
·                        pangrattato q.b.
·                        1 cucchiaino scarso di pasta di curry verde
·                        1/2 cipollotto piccolo
·                        noce moscata e pepe di sichuan q.b.
·                        1 cucchiano di zenzero grattugiato fresco
·                        1 cucchiaino di prezzemolo tritato
·                        1/2 spicchio di aglio piccolo
·                        olio per friggere

Preparazione :

Iniziamo preparando l'impasto comune a tutte e tre le polpette. Mettiamo in una boule il macinato di bovino, quello di maiale, la patata che avremo precedentemente lessato, sbucciato e schiacciato, l'uovo ed il formaggio. Impastiamo bene gli ingredienti ed aggiungiamo gradualmente il pangrattato fino a che il composto non risulterà compatto. Adesso dividiamolo in 3 parti. Nella prima aggiungiamo il cucchiaino scarso di pasta di curry verde ed il cipollotto tritato molto finemente, nella seconda parte di impasto mettiamo la noce moscata ed il pepe di sichuan macinato fresco, nell'ultima mettiamo lo zenzero, il prezzemolo e l'aglio schiacciato. amalgamiamo bene ogni impasto e formaimo per ciascuno 8 polpette. Scaldiamo l'olio fino ad una temperatura di 170°C e friggiamo un po' alla volta le polpette. Quando saranno pronte, adagiamole su della carta assorbente e serviamole calde.

venerdì 19 luglio 2013

Disco di purè al cardamomo con polpo piccante


Oggi amici voglio proporvi una ricetta un pò particolare con il polpo. Creiamo dei dischi croccanti di purè al cardamomo e serviamoli con dei pezzetti di polpo molto piccante. Il risultato, un esplosione calda in bocca che riempirà il vostro palato.

Occorrente per 4 persone:

·                        1 polpo da 700 gr
·                        500 gr di patate gialle
·                        150 ml di latte intero
·                        50 gr di burro
·                        7/8 semi di cardamomo
·                        2 cucchiai da caffè di paprika piccante
·                        olio e sale q.b.
·                        glassa di aceto balsamico a guarnizione


Preparazione :

Iniziamo subito preparando il purè. Prendiamo le patate e mettiamole in una pentola colma di acqua fredda e mettiamola sul fuoco. Lasciamo cuocere le patate fino a che, punzecchiandole con una forchetta risulteranno morbide. Nel frattempo mettiamo il latte a scaldare con i semi di cardamomo senza però fargli raggiungere l'ebolizione. A questo punto scoliamole e passiamole allo schiacciapatate. Mettiamo la purea ottenuta dentro ad una casseruola, uniamo il burro, aggiungiamo a filo il latte privato dei semi di cardamomo e lasciamo cuocere fin a che il purè risulterà morbido e liscio. Togliamolo dal fuoco e lasciamolo raffreddare a temperatura ambiente. Quando il purè si sarà raffreddato mettiamolo dentro ad una saccapoche e formiamo su una teglia da forno dei piccoli dischi. Mettiamo la teglia in forno preriscaldato a 190° funzione grill fino a che non si sarà formata una crosticina dorata sopra ogni disco. 
Nel frattempo, mettiamo una pentola con dell'acqua sul fuoco ed appena questa raggiunge il bollore mettiamo dentro il polpo intero e lasciamo bollire e cuocere fino a che non diventerà tenero poi lasciamolo riposare nella sua acqua per altri 5 minuti. Scoliamo il polpo e tagliamolo con delle forbici in pezzetti di circa 3/4 cm di lunghezza. 
In una padella mettiamo un filo di olio EVO ed i cucchiai di paprika piccante e lasciamo rosolare per circa 1 minuto poi mettiamo dentro il polpo a pezzi, alziamo la fiamma e lasciamo scottare per 2/3 minuti.
A questo punto non ci resta che comporre il piatto, mettiamo un disco di purè al cardamomo al centro del piatto, adagiamo sopra alcuni pezzetti di polpo piccante e guarniamo con della glassa di aceto balsamico ed il piatto è pronto.








giovedì 18 luglio 2013

Alici al verde



Oggi cari amici voglio presentarvi un ingrediente che è sempre stato presente nella mia famiglia. Le alici. Credo che mio padre me le abbia cucinate in ogni modo ma queste sono quelle che preferisco. Veloci gustose e salutari quindi basta parlare iniziamo insieme.

Occorrente per 4 persone:

·                        28 alici freschissime
·                        4 cucchiai di prezzemolo tritato
·                        1 spicchio di aglio
·                        3 cucchiai di pan grattato
·                        2 cucchiai di paprika affumicata
·                        glassa di balsamico a guarnizione
·                        olio e sale q.b.


Preparazione :

Iniziamo con la parte più noiosa, cioè pulire le alici. Per chi non è abituato vi consiglio di usare dei guanti da cucina. Prendiamo le alici, togliamo la testa con le mani apriamole a meta, togliamo le interiora e la lisca centrale lasciando la codina attaccata poi laviamole sotto acqua corrente e tamponiamole con un panno asciutto. Ormai il più è fatto. Tritiamo finemente lo spicchio di aglio e mettiamolo da parte. Adagiamo i filetti di alice su una teglia con della carta forno precedentemente oleata. Sopra ogni alice mettiamo un pò di aglio tritato, paprika affumicata, prezzemolo e pan grattato. Finiamo con un filo di olio EVO ed una leggera macinata di sale poi mettiamo in forno preriscaldato a 190° per 3/4 minuti.
Serviamo con della glassa di balsamico a guarnizione e magari qualche pomodorino per dare colore al piatto.

martedì 16 luglio 2013

Gelato al cioccolato fondente Venchi



Oggi cari amici, visto che l'estate è finalmente arrivata ho pensato di proporvi la ricetta del gelato al cioccolato. Per un buon gelato dobbiamo usare delle ottime materie prime come ad esempio il Blocchetto cuor di cacao 75% Venchi. Iniziamo insieme.

Occorrente per 4 persone:

·                        250 ml di latte intero
·                        125 ml di panna liquida fresca
·                        250 gr di Blocchetto cuor di cacao 75% Venchi
·                        2 cucchiai di zucchero a velo
·                        2 cubetti di burro di cacao da cucina Venchi


Preparazione :

In un pentolino mettiamo il latte e la panna e facciamolo scaldare togliendolo dal fuoco poco prima che raggiunga il bollore. Nel frattempo tritiamo finemente a coltello il Blocchetto cuor di cacao 75% Venchi e mettiamolo dentro al pentolino insieme ai due cubetti di burro di cacao da cucina Venchi e lo zucchero a velo. Mescoliamo bene lontano dal fuoco fino a che tutti gli ingredienti si saranno amalgamati tra loro. A questo punto lasciamolo raffreddare a temperatura ambiente. Quando il composto si sarà raffreddato azioniamo la gelatiera e, con le pale in funzione, versiamo il composto. Lasciamo lavorare la gelatiera per circa 30 minuti e quando il composto avrà raggiunto una densità "gelatosa" spegniamo la gelatiera e serviamolo.