martedì 16 aprile 2013

Orzotto al montepulciano con gorgonzola, speck e cipolle caramellate




Quest'oggi voglio presentarvi un Orzotto multiregione. Infatti ho deciso di preparare questo piatto con un bel bicchiere di Nobile di Montepulciano, un ottimo vino rosso della mia terra natia, la Toscana, delle cipolle di Tropea e lo speck dell'Alto Adige. Il risultato finale è meraviglioso, proviamo insieme.


Occorrente per 4 persone:

·                        360 gr di orzotto a cottura veloce
·                        100 gr di speck morbido dell'Alto Adige
·                        2 cipolle di tropea di media grandezza
·                        150 gr di gorgonzola forte
·                        1 litro circa di brodo vegetale
·                        1 bicchiere abbondante di  vino di Montepulciano
·                        2 cucchiaini da ceffè di zucchero
·                        40 gr di burro
·                        olio evo, sale e pepe q.b.



Preparazione:

Iniziamo mettendo a scaldare il brodo vegetale in una pentola. In una padella antiaderente capiente versiamo un filo di olio e appena sarà caldo aggiungiamo l'orzo e lasciamo tostare a fuoco alto per 4/5 minuti. A questo punto sfumiamo con il vino e lasciamo evaporare. Appena quest'ultimo sarà evaporato aggiungiamo un mestolo di brodo vegetale e continuiamo così fino a che l'orzo non sarà pronto. E' importante non coprire mai troppo l'orzo con il brodo altrimenti non verrà risottato. Mentre l'orzo sta cuocendo tagliamo a striscioline lo speck e mettiamolo da parte. Adesso tagliamo la cipolla a rondelle non troppo fini, prendiamo una padella antiaderente mettiamo un filo di olio e metà del burro e appena sarà caldo versiamo le cipolle. Tenendo una fiamma moderata lasciamo stufare le cipolle e a circa 3/4 di cottura aggiungiamo lo zucchero e facciamole caramellare per qualche altro minuto senza che assumano il classico colore dorato. 
Appena l'orzo sarà cotto, spegniamo il fuoco, togliamo la padella dal fornello e aggiungiamo il burro restante, il gorgonzola precedentemente tagliato a quadretti e lo speck e lasciamo mantecare per qualche minuto meglio se coperto.
Serviamo l'orzotto nei piatti aggiungendo per ogni piatto qualche cipolla caramellata.

Consiglio:

Per restare in tema con il piatto possiamo abbinare lo stesso vino con cui abbiamo sfumato l'orzo e cioè un ottimo Nobile di Montepulciano. 

1 commento:

  1. Una ricetta ben preparata e con un abbinamento ottimo.

    RispondiElimina