giovedì 21 febbraio 2013

Tartare piccante di Orata marinata all'arancia




Da buon figlio di pescatori ritengo che il modo più naturale e gustoso per mangiare del pesce sia mangiarlo crudo. Ecco perchè vi presento una tartarre di Orata e per dargli quel tocco in più un pò di peperoncino calabrese.

Occorrente per 4 persone:

·                        1 orata di media grandezza freschissima
·                        1 arancia succosa
·                        peperoncino calabro essiccato q.b.
·                        olio e sale q.b.


Preparazione :

Se conoscete il vostro pescivendolo chiedetegli di sfilettarvi l'orata, così vi velocizzerà il lavoro. Adesso prendiamo i filetti di orata, togliamo la pelle con nu coltello molto affilato e con la lama morbida e riduciamo tutti in tartare usando un coltello più grande ed affilato. Spremiamo il succo di mezza arancia e versiamolo in una boule di vetro insieme alla nostra orata, aggiungiamo un filo di olio e un pizzico di sale ma veramente un pizzico. A parte tritiamo finemente il peperoncino, la quantità è a vostra discrezione ma attenti a non coprire il sapore del pesce. Lasciamo marinare tutto per 10 minuti poi serviamo in un bicchierino decorandolo con una fetta di arancia e una foglia di prezzemolo.  

L'orata è un pesce che solitamente si usa preparare in modo diverso, usato spesso come ingrediente per un buon sugo oppure fatto al cartoccio al forno o anche cotto sulla piastra o al barbeque ma questo modo vi permette di assoporare il vero gusto dell'orata, delicato salino e decisamente gustoso.

2 commenti:

  1. E' davvero favolosa questa tartare, bravo!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Aless, il pesce crudo è nel mio sangue dalla nascita!!!

    RispondiElimina