lunedì 19 novembre 2012

Capesante fritte con salsa allo zafferano piccante





Oggi ho provato un altro modo per cucinare le capesante. Visto che solitamente il detto fritta è buona anche una suola da scarpa, è vero allora ho deciso di provare a friggere le capesante. Il risultato è decisamente buono e la salsa allo zafferano da quel tocco in più.


Ingredienti per 4 persone:

·                     4 capesante fresche
·                     1 uovo
·                     2/3 cucchiai di farina
·                     pangrattato q.b.
·                     Sale q.b.
·                     Olio di semi per frittura


Per la salsa allo zafferano:

·                         2 cucchiai di farina                
·                         80 gr di burro             
·                         Pistilli di zafferano o una bustina
·                         Brodo vegetale
·                         Sale e paprika piccante q.b.



Preparazione:

Per prima cosa togliamo le capesante dal proprio guscio, eliminiamo il corallo e mettiamole dentro una terrina colma di acqua. Adesso prepariamo la nostra salsa allo zafferano. In un tegame facciamo sciogliere il burro, aggiungiamo un pizzico di sale e la farina setacciata. Nel frattempo versate il bordo vegetale caldo in un bicchiere capiente e sciogliamo i pistilli o la bustina di zafferano. Uniamo a filo il bicchiere di brodo e zafferano, mettiamo tutto sul fuoco e mescoliamo continuamente. Uniamo la paprika, con moderazione, e mescoliamo ancora per circa 10 minuti o comunque finché la salsa non si sarà leggermente addensata.

Adesso è il momento della frittura. In un piatto uniamo l’uovo e la farina e mescoliamo bene fino ad ottenere una pastella morbida. Immergiamo le capesante nella pastella e successivamente nel pangrattato. Friggiamo tutto fino a che non si saranno dorate bene. Asciughiamole con della carta assorbente e sistemiamo nel piatto sporcandolo con un po’ di salsa allo zafferano.



Un piatto raffinato e di ottimo aspetto, il gusto beh lo lascio scoprire a voi.
Buon appetito

1 commento:

  1. Ottime, interessante versione.
    Lorenzo D.

    RispondiElimina